Attestato Online
GDS CODE

AMADEUS: FGVRNNOV
SABRE: FG112474
GALILEO: FG36245
WORLDSPAN: FGVRNNO

I monumenti di Verona

Sulla base delle Vostre richieste ed esigenze lo staff del Novo Hotel Rossi è a Vostra disposizione per consigliarVi diverse proposte per una personalizzata visita guidata della città! 

Gli imperdibili…….

 
1. Arena di Verona in Piazza Brà (2,00 km – 20 minuti a piedi): a Verona sorge il terzo anfiteatro romano per grandezza, comunemente conosciuto con il nome di "Arena" dalla sabbia che veniva posta al centro del teatro e sui cui venivano rappresentati gli spettacoli. Oggi è sicuramente uno dei simboli della città e grazie al suo stato di conservazione viene ancora utilizzato nella stagione estiva come luogo per rappresentazioni artistiche, sia teatrali che musicali, di fama internazionale. Nel 2001 l'Unesco inserisce l'Arena nei siti a tutela speciale in quanto Patrimonio dell'Umanità.
E’ posta al centro di Piazza Brà, la più rappresentativa della città di Verona sia a livello urbanistico che per quello sociale.
 
2. Casa di Giulietta (2,5 km – 27 minuti a piedi): altro simbolo dell'architettura cittadina, dove avrebbe abitato la nota protagonista dell'opera di Shakespeare. Il balconericorda i dettagli della tragica storia d'amore. Qui si presume inoltre che il tocco della statua di bronzo raffigurante Giulietta, posta nel cortile della casa, porti fortuna in amore.
 
3. Porta Leoni (2,6 km – 27 minuti a piedi):è una delle porte romane di accesso a Verona; veniva popolarmente detta dei Leoni per la presenza nelle vicinanze di un sarcofago romano in pietra con due leoni. Collegava il Cardo maximus cittadino alla via Hostilia che da sud congiungeva Bologna con Aquileia.
 
4. Piazza Erbe (2,4 km – 28 minuti a piedi): qui sorgeva l'area del foro romano a Verona ed è la più antica piazza. Per secoli è stata il cuore della vita politica e economica della città scaligera.
Attualmente al centro della piazza c' è la fontana con sopra la statua denominata Madonna Verona mentre nel lato nord trovano posto il Palazzo del Comune, la Torre dei Lamberti, la Casa dei Giudici e le case dei Mazzanti. Il lato ovest ospita Palazzo Maffei.
Altro monumento che si trova nella piazza è la Capitello, chiamato anche Tribuna o Berlina. Ai piedi Della Capitello sedevano i Podestà per la loro investitura e i Pretori vi prestavano giuramento.
Quando Verona fu occupata, anche se per breve periodo, da Massimiliano d'Asburgo, i veronesi, per farsi perdonare, eressero una colonna in marmo sulla quale fu issato il simbolo della Repubblica di Venezia, cioè il Leone Marciano.
 
5. Torre dei Lamberti (2,4 km – 28 minuti a piedi):sorge in Piazza delle Erbe ed è nota anche con il nome di Torre del Comune. E' una delle torri rimanenti del Palazzo Comunale ed è l'unica che sia stata costruita da privati. Alta 83 metri è l'edificio più alto della città ed è possibile accedere alla cella campanaria grazie ad un ascensore. Da qui è possibile raggiungere la sommità della torre grazie ad una scala.

6. Piazza dei Signori (2,5 km – 28 minuti a piedi): costruita nel medioevo, anche conosciuta come"Piazza Dante", per via del monumento a Dante collocato al centro della piazza.
Sulla piazza si affacciano: il Palazzo del comune, del XII secolo; il Palazzo di Cansignorio; la Chiesa di Santa Maria Antica; il Palazzo del Podestà; la Loggia del Consiglio.
 
7. Arche Scaligere (2,7 km – 29 minuti a piedi): con il termine arche scaligere vengono indicati alcuni monumenti funebri voluti da alcuni esponenti della famiglia Scaligeri; realizzate in stile gotico, le arche, o tombe, furono erette nel XIV secolo da scultori differenti, ma tutte presentano ricchi decori.
 
8. Chiesa di Santa Anastasia (2,9 km – 30 minuti a piedi): Chiesa in stile gotico, che presenta nella facciata, incompleta, un portale del XIV sec., rivestito di sculture e affreschi. L’interno della chiesa è a croce latina, diviso in tre navate sostenute da colonne di marmo bianco con capitelli gotici a motivi vegetali. Il pavimento è in marmi rossi, bianchi e neri, realizzato nel XV secolo. All'interno della chiesa, si trova l'importante affresco che rappresenta San Giorgio che libera la principessa dal drago, realizzato da Pisanello.
 
9. Duomo di Verona (3,0 km – 31 minuti a piedi): il Duomo di Verona o Cattedrale di Santa Maria Matricolare è un insieme di più strutture, quali la Biblioteca Capitolare, il chiostro dei Canonici, il Battistero, la Chiesa di Sant'Elena e il Palazzo Vescovile. Anche se negli anni è stata oggetto di rifacimenti, la struttura originaria non è cambiata. La cattedrale è un insieme di due architetture quella romanica e quella gotica. All'interno ci sono parecchie opere di artisti famosi, come Tornacoro di Sanmicheli, ma quella più importante è l’”Assunta” di Tiziano.
 
10. Ponte Pietra (4,00 km – 35 minuti): chiamato anticamente pons lapideus, è il più antico monumento della città di Verona. Della costruzione romana rimangono solamente due arcate e due piloni di marmo.
 
11. Teatro Romano (4,2 km – 36 minuti a piedi): questo teatro è stato costruito alla fine del I secolo a. C.; oggi sono visibili solo i resti dell'opera, perché nel corso del tempo ha subito, oltre ad eventi naturali, anche la sepoltura di edifici fatiscenti adiacenti. Rimangono la cavea e la gradinata ed importati resti della scena così come i muri portanti dell’edificio scenico. E’ ritenuto il più importante teatro romano del nord Italia dove si svolgono durante la stagione estiva spettacoli e concerti di fama nazionale ed internazionale.
 
12. Castel San Pietro (4,0 km – 39 minuti):è un edificio militare situato sul colle San Pietro. Costruito nel '300 e inglobato nel 1450 alle mura medievali della città di Verona. Nel 1801 venne demolito dalle truppe napoleoniche e successivamente gli austriaci vi costruirono una caserma fortificata (1854). Dalla terrazza antistante il castello si può ammirare il panorama della città.
 
13. Porta Borsari (2,3 km – 23 minuti a piedi):era la porta principale che permetteva l'ingresso alla città di Verona e da tale ingresso convergeva in città anche la via Postumia. La sua costruzione risale al periodo romano, probabilmente fu eretta nel I secolo d.C., forse su di una struttura precedente risalente al I secolo a.C.; divenne nota come Porta Borsari, in riferimento ai "bursarii" che erano i soldati incaricati di sorvegliare la porta e riscuotere il dazio per il passaggio. Essendo l'ingresso principale alla città, la facciata era riccamente decorata, mentre all'interno presentava un cortile oggi scomparso.
 
14. Arco dei Gavi (2,2 km – 17 minuti a piedi):è una costruzione del primo secolo dopo Cristo, opera dell'architetto romano Lucio Vitruvio Cerdone. Nato per celebrare la ''gens Gavia'', ovvero una delle famiglie più influenti di Verona, fu in origine costruito nella via Postumia e successivamente spostato e ricomposto con i blocchi originali nel 1932. L'Arco, in calcare bianco, è ad unico fornice incorniciato da colonne corinzie e da un timpano triangolare
 
15. Castelvecchio (2,1 km – 17 minuti a piedi): il castello di Castelvecchio è stato costruito tra il 1354 e il 1356 per volere di Cangrande II della Scala per difendersi dalle invasioni e dalle rivolte del popolo. Nel corso dei secoli è stato deposito di armi e sede dell'Accademia militare finché nel 1925 divenne sede di un Museo. E' stato restaurato nuovamente nel 1958 sotto la guida dell'architetto Carlo Scarpa per valorizzare la sua importanza storica ed artistica. Attualmente il castello presenta tre parti distinte: la "Corte della Reggia scaligera", che era la residenza scaligera fotificata, la "Corte d'Armi" di forma rettangolare, protetta dal fossato e caratterizzata da torri merlate con tetto in legno e la "Corte del Mastio", un'alta ed imponente torre che si trova vicino al Ponte.
 
16. Ponte Scaligero (2,5 km – 19 minuti a piedi): detto anche Ponte di Castelvecchio è stato costruito sul fiume Adige tra il 1354 ed il 1356 per volere di Cangrande II della Scala. I materiali usati per l'opera sono mattoni rossi per la parte alta e marmi per quella più bassa, gli stessi dei monumenti di epoca medioevale che si trovano in città, che risultano dare un gradevole effetto cromatico alla struttura. Il ponte ha mura merlate fornite di feritoie e di camminamenti mentre sui piloni si possono osservare bassorilievi di epoca romana. Un tempo il ponte, lungo più di 120 metri, era la via d'accesso a Verona per chi arrivava da Nord.
 
17. Basilica di San Zeno Maggiore (3,1 km – 18 minuti a piedi):è dedicata all'ottavo vescovo di Verona, appunto San Zeno. La chiesa è considerata una delle massime espressioni dell'architettura romanica. La facciata ha ai lati il Campanile romanico e la Torre dell'antica Abbazia, che venne nominata da Dante nel Purgatorio. L'interno della chiesa è a croce latina a tre navate. L'opera più importante si trova sopra l'altare maggiore e si tratta del Trittico formato dalla Madonna con Bambino e Santi ad opera di Andrea Mantegna. Nella Cripta e precisamente nell'abside centrale si trova il corpo di San Zeno. Dalla parte sinistra della chiesa si arriva al chiostro, dove accedendo nel Sacello di San Francesco, è possibile ammirare un affresco di scuola giottesca.
 
 
ma da non dimenticare anche…….
 
18. Tomba di Giulietta (2,7 km – 25 minuti a piedi): si trova in un ex convento dei frati cappuccini risalente al XIII secolo. La tradizione e la fantasia vogliono che sia il luogo sepolcrale di Giulietta, protagonista dell’opera “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare.
 
19. Casa di Romeo (2,7 km – 30 minuti a piedi): la casa di Romeo, famoso protagonista della tragedia di Shakespeare, non è aperta al pubblico, ma il ristorante adiacente ne ha assorbito alcune stanze che si possono vedere. La famosa casa dei Montecchi sulla facciata riporta un'iscrizione a ricordo della storia dei due innamorati.
 
20. Cimitero Monumentale (2,7 km – 29 minuti a piedi): è il camposanto principale della città; è stato progettato da Giuseppe Barbieri a partire dal 1829 ed fu costruito in stile neoclassico.
 
21. Chiesa di San Fermo (2,9 km – 27 minuti a piedi):, è considerata tra le più belle chiese della città. Il complesso che accoglie due chiese e precisamente la inferiore benedettina e la superiore francescana è stato soggetto a rifacimenti ed ampliamenti nel corso del tempo. La facciata si presenta come un misto di due stili, il romanico e il gotico. La parte bassa è in tufo mentre la parte alta è un’alternanza di tufo, cotto e parte muraria. L'interno della chiesa è a croce latina ed ha una sola navata con altari laterali. Dipinti rilevanti arricchiscono le pareti delle cappelle delle rinomate famiglie veronesi. Il soffitto in legno porta dipinti di busti di santi. La chiesa inferiore, anch'essa a croce latina, ha tre navate.
 
22. Giardino Giusti (3,4 km – 36 minuti a piedi):si presenta ricco di vegetazione e richiama un labirinto. Al suo interno vi sono inoltre fontane, serre, statue, aiuole, grotte artificiali e scalinate che si accompagnano a un lungo viale di cipressi; circonda Palazzo Giusti, un edificio che risale al 1500.
 
23. Chiesa di San Giorgio in Braida (3,3 km – 35 minuti circa): è stata costruita nel XVI secolo ed è situata nel medievale quartiere di Veronetta; eretta tra l'Adige a sud e la strada per Trento a nord. Il campanile del XII secolo invece è ciò che rimane di un monastero eretto nel XI secolo e di cui non è rimasto nulla a parte, lungo l'Adige, il chiostro ricostruito del vecchio monastero. La facciata è in marmo bianco mentre il resto della chiesa è in cotto; l’interno è a navata unica con quattro cappelle per lato; contiene importanti opere d'arte del Tintoretto,  del Veronese, del Farinati e di Brusasorzi. Nel 1540 Michele Sanmicheli costruì la cupola della chiesa, creando il vasto coro.